D.p.r. 462 cos'è e perchè?

 

Dal 23 Gennaio 2002 è entrato in vigore il DPR del 2201 n° 462.

Cos'è il DPR 462? E' un decreto del Presidente della Repubblica che disciplina la verifica degli impianti elettrici di messa a terra, degli impianti elettrici nelle zone con pericolo di esplosione e dei dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche collocati nei luoghi di lavoro. Cosa ha cambiato nel panorama delle verifiche la sua nascita?

 

“Niente” in quanto le verifiche degli impianti di Terra, degli impianti di protezione dalle scariche atmosferiche e degli impianti elettrici nelle zone con pericolo d'esplosione erano già obbligatorie come stabilito dal DPR 547 del 1955.

“Tutto” perchè si è concessa la possibilità di effettuare tali verifiche non solo agli organismi ispettivi Asl\Arpa\Ispesl ma anche ad organismi certificati dal ministero delle “attività produttive”, prima e “sviluppo economico” ora.

 

 

 Chi deve ottemperare alle verifiche?

 

le verifiche di legge degli impianti di Terra, degli impianti elettrici nelle zone con pericolo di esplosione e negli impianti di protezione dalle scariche atmosferiche sono OBBLIGATORIE dal 1955 con l'entrata in vigore del DPR 457, ribadite nella legge 626 e nel DPR 462 del 2001.

Questi decreti e leggi parlano di “Datore di lavoro”, quindi sono soggetti alle verifiche periodiche tutte quelle attività che nel normale svolgimento del proprio lavoro fanno uso di lavoratori. Un solo dipendente è sufficiente affinchè scatti l'obbligo della verifica. Per lavoratore, s'intende : “...persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale,  svolge un'attività lavorativa nell'ambito dell'organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione, anche al solo fine di apprendere un mestiere, un'arte o una professione, … Al lavoratore così definito è equiparato: il socio lavoratore di cooperativa o di società anche di fatto, che presta la sua attività per conto della società o dell'ente stesso; ... il soggetto beneficiario delle iniziative di tirocini formativi; …. ; l'allievo degli istituti di istruzione ed universitari e il partecipante ai corsi di formazione professionale nei quali  si faccia uso di laboratori, attrezzature di lavoro in genere; … ; il volontario della protezione civile; il volontario che effettua il servizio civile, …”

Tipici esempi sono quelli di attività individuali con l'ausilio di coadiuvanti familiari, o di società di persone “s.n.c.” composte da soli soci oppure di condomini con la portinaia o con l'intervento di società di pulizia o manutenzioni varie esterne. Ciò non toglie che comunque TUTTE le attività devono avere un impianto di terra funzionante e mantenuto correttamente nel suo stato d'esercizio. Come regola generale si dovrebbe tener presente che  le norme sono fatte per salvaguardare l'incolumità del lavoratore e quindi tutte quelle attività in cui si ha la possibilità di presenza di lavoratori implica che siano verificate. Diciamo quindi che a parte le case dei privati, se non prevedono lavoratori, il 99% dei casi ricade nell'obbligo di verifiche di legge.

Vai all'inizio della pagina